Sabato 19 gennaio 2013 alle ore 18.30, presso L’Eccezione, Cultura e Spettacolo di Puglia Teatro, a Bari, in via Indipendenza 75, per la stagione artistica patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Puglia, dall’Università e dal Comune di Bari, dalla SIAD – Società Italiana Autori Drammatici di Roma, secondo incontro-spettacolo del ciclo “Femminile plurale. Dalla parte delle donne”, in collaborazione con la Soprintendenza archivistica per la Puglia e curato da Maria Pia Pontrelli.

 

Questo nuovo appuntamento avrà come argomento “La musa ispiratrice - Archivio Rubini” e vedrà l’intervento di Ugo Rubini; l’occasione è scaturita dall’avvio del procedimento di dichiarazione di interesse culturale, da parte della Soprintendenza archivistica per la Puglia, dell’Archivio Rubini conservato a Gravina in Puglia.

Oltre che noto germanista e scrittore  – sono suoi “Il sogno di Jan Jesensky”, “La notizia perduta” e il recentissimo “Franz” imperniato sulla vita privata di Franz Kafka – Ugo Rubini è regista e autore di riduzioni teatrali.

Egli è stato, tra l’altro, direttore della Compagnia del Teatro Universitario dall’anno 1996, dal tempo cioè in cui il Centro Universitario Teatrale (CUT) veniva assorbito dal CUTAMC, all’anno 2000.

L’attività di Ugo Rubini, per altri versi autonoma, è proseguita dal punto di vista culturale in uno spirito di collaborazione con il CUTAMC e con l’Università degli Studi di Bari.

L’incontro verterà sulle figure femminili presenti nella produzione letteraria e teatrale di Rubini, tra le quali in particolare Milena Jesenska, l’amica di Kafka, e farà emergere attraverso le parole del relatore il nesso inscindibile che esiste nel suo teatro tra la figura femminile, “musa ispiratrice”, l’autore, il regista.