Comitato per la Valorizzazione della Cultura della Repubblica - Prefettura di Lecce
CeSRAM (Centro Studi Relazioni Atlantico-Mediterranee) Lecce
Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce
Comune di Lecce
Progetto per il “Giorno della Memoria”
Le leggi razziali in Italia
elaborato dalla prof. Giuliana Iurlano
(referente per la “Didattica della Shoah. Ricerca e Disseminazione della Memoria” nel Consiglio dei Corsi di Laurea in Area Pedagogica, Università del Salento)

In occasione degli 80 anni dall’emanazione delle leggi razziali in Italia, i soggetti proponenti suindicati lanciano un progetto didattico per le scuole secondarie di 1° e 2° grado relativo alla realizzazione di laboratori didattici “al buio” sulla costruzione della politica antisemita fascista, sull’emanazione delle leggi razziali e sulle conseguenze che queste ebbero nei confronti degli ebrei italiani. In particolare, gli studenti reperiranno fonti primarie inedite (negli archivi scolastici, comunali e di stato, o – se possibile – nelle proprie case) e/o secondarie edite nel periodo oggetto di studio; con i loro docenti, le analizzeranno, le contestualizzeranno, le elaboreranno per ricavarne una sintesi finale da presentare al prossimo Giorno della Memoria del 2019, nelle forme e nei modi da loro stessi scelti (mostra fotografica o audiovisiva, rappresentazione teatrale o musicale, altro…). Secondo le modalità della didattica attiva già sperimentata con esiti altamente positivi per le tematiche legate al Centenario della Grande Guerra, i laboratori di Public History saranno seguiti e realizzati dai docenti in collaborazione con il CeSRAM, con l’Associazione Italia-Israele “E. Springer” di Lecce e con il Laboratorio Didattico di PH. L’obiettivo è soprattutto quello di censire le fonti presenti negli archivi scolastici storici, di avvicinare i giovani in maniera diretta all’uso e alla metodologia delle fonti primarie e secondarie, di far comprendere loro la costruzione e l’evoluzione nella lunga durata dello stereotipo antiebraico e antisemita, di portarli dal piano emozionale a quello della riflessione e della comprensione storica. Per i docenti degli Istituti che aderiranno all’iniziativa sarà organizzata una giornata sulla “Didattica della Shoah” nel prossimo ottobre 2018, che possa costituire un ulteriore supporto alla loro attività di insegnamento. Per gli studenti della scuola primaria, invece, sarà realizzato un percorso musico-teatrale sui bambini di Terezin, che darà vita allo spettacolo “Brundibar”, un’operetta che veniva messa in scena nel lager allo scopo di far vedere ai visitatori le “attività culturali” che il nazismo organizzava nei campi. Per aderire al progetto, occorre inviare una mail alla referente, prof. Giuliana Iurlano (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), entro il 15 febbraio 2018.